Estratto di Aquilegia (20ml)

Estratto di Aquilegia (20ml)

Sant'Ildegarda dice:
“L'aquilegia è fredda. Una persona in cui si sta sviluppando la scrofola dovrebbe mangiare l'aquilegia cruda e si calmerà. Ma chi vomita molto catarro, immerga l'aquilegia nel miele e mangiala spesso. Diminuirà il catarro e se ne libererà. Se hai la febbre da aquilegia schiacciante, filtrane il succo attraverso un panno e aggiungi il vino. Se lo bevi spesso, migliorerà”

Disponibilità Disponible

HPOAC055

10,10 €

Aggiungi al carrello

Ulteriori informazioni

Il dottor Strehlow consiglia di utilizzare l'estratto alcolico della pianta.

Indicazioni:
Secondo il Dr. Strehlow, nel suo libro "Der Hildegard Kompass" lo consiglia per le seguenti problematiche:
1) Depurazione del sistema linfatico, linfonodi ingrossati, mononucleosi con febbre e ghiandole ingrossate. Malattia con il virus di Epstein-Barr.
2) Infiammazione dei linfonodi della gola, polipi o tonsille e polipi nei seni nasali.

Modalità di utilizzo:
Secondo il Dr. Strehlow, nel suo libro " Der Hildegard Kompass":
1) Nel caso dell'indicazione n. 1, assumere 10 gocce, tre volte al giorno, prima dei pasti fino alla guarigione.
2 ) Nella caso di indicazione n. 2, mescolare 1 cucchiaio (30 gocce) con 1 cucchiaio di vino e assumere prima di coricarsi. Per i bambini mescolate mezzo cucchiaio di vino con mezzo cucchiaio di acqua e lo berranno anche loro prima di andare a letto.
3) In entrambi i casi è un buon complemento assumere il miele di columbine:
Miele di aquilegia: mescolare 30 ml di estratto alcolico di aquilegia con 100 g di miele scremato e assumere mezzo cucchiaino di questo miele più volte al giorno.
La cura con l'aquilegia è del tutto innocua se rispettiamo queste indicazioni.

Ingredienti:
Estratto alcolico (40%) di aquilegia

SCHEDA DATI

  • Contenido - 20ml

30 other products in the same category: